Umbria jazz: iniziamo a preparare orecchie e pancia

Chi c’è già stato lo sa, chi ancora non l’ha vissuta questa manifestazione potrà ascoltare dai primi i racconti delle viuzze del centro storico di Perugia in quei giorni di luglio animate dalle note blues della chitarra di B.B. King, oppure qualche gruppetto musicale di strada che canta e suona le melodie al pianoforte di Keith Jarrett; chi è ormai veterano ancora si ricorda l’emozione di sentire gli accordi di Sting ed Eric Clapton, Santana.. ma ogni anno Umbria Jazz è diversa, rinasce dal 1973 a Perugia, ed è pietra salda dei festival internazionali in cui l’Umbria fa da padrone.

Passeggiando per i luoghi del centro storico sarai accompagnato da un leit-motif unico: le note del jazz. La giornata di Piazza IV Novembre, il cuore di Perugia, e dei Giardini Carducci sarà scandita dai tanti concerti gratuiti, mentre camminando per Corso Vannucci ti potrà capitare di imbatterti in diverse street parade.

Quest’anno avrà luogo dal 7 al 16 luglio e come sempre si svolgerà tra la grande area dell’Arena di Santa Giuliana, al sorprendente palco del Teatro Morlacchi e di quello del Teatro Pavone accogliendo grandi nomi del panorama musicale internazionale.

Tra questi i più celebri dell’edizione 2017 troviamo i Kraftwerk, Brian Wilson, Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Stefano Bollani, Dee Dee Bridgewater, Wayne Shorter, Paolo Fresu, Gino Paoli, Danilo Rea e tanti altri compositori e musicisti blues e jazz.

 

Shakespeare diceva che la musica è il cibo dell’amore, allora dove andare ad innamorarci in quei giorni di fermento sonoro?
Il Civico 25 (Via della Viola 25, 075 5716376) rimane una delle osterie più giovani e dinamiche della città offrendo una cucina ricca e genuina, territoriale senza essere banale con una delle migliore carta dei vini di Perugia che non guasta!

Sul classico che non stanca mai l’Osteria a Priori (Via dei Priori 39, 075 5727098) dove la regola è il km0 per cui freschezza, stagionalità e cucina regionale regnano. Stessa filosofia dal Wine Bartolo (Via Bartolo 30) con un menu ricco delle migliori materie prime della zona. Uno dei nostri preferiti e che durante la manifestazione sonora accoglie spessissimo giovani proposte che deliziano i pasti con concertini esclusivi ( ATTENZIONE location officiale per cui servirà prenotare) è la Bottega del Vino, di fronte al Duomo (Via del Sole 1, 075 5716181), con un menu che cambia ogni giorno offrendo piatti ricchi e appetitosi.

Tendenza e gusto si incontrano al Mercato Vianova (Via Mazzini 15, 075 5730445), ristorante giovane e ben frequentato che offre rivisitazioni di sushi e piatti tipici umbri senza che le due specialità stonino tra loro!

Poco distante troviamo Vivace (Corso Vannucci 48, 075 572 8927), locale per aperitivi e non immerso all’interno di un bel negozio di abbigliamento. Qui potrai degustare svariati spumanti e piatti leggeri, insalate e panini per il tuo pranzo o per il brunch domenicale. A distanza di passeggiata, dieci/quindici minuti al massimo, a L’Officina (Borgo XX Giugno 56, 075 5721699), è possibile trovare fantasia e concretezza.

Ma le note del jazz arrivano anche fuori dalla città storica..una sosta d’obbligo al Castello di Monterone per cenare al Il Gradale (Strada Montevile 3, 075 572 4214). Un luogo incantevole dove trovare una cucina semplice ma ragionata, tradizionale ma al tempo stesso contemporanea. Particolarmente vibrante in questi giorni è il Collins (Piazza Italia 12), il bar dell’Hotel Brufani.

Un’occasione unica per vedere, sentire ed assaporare Perugia in uno dei suoi periodi più vivaci e particolari che l’hanno resa un palcoscenico eccezionale per musicisti internazionali, una meta ambita per tutti gli amanti del jazz e non solo perchè è il periodo dell’anno dove a Perugia tutti i sensi sono gratificati!

Scroll Up