La verità soltanto la verità sull’hamburger

Potremmo senza alcun dubbio nominarlo il piatto preferito da grandi e piccoli a livello mondiale, il suo nome è uguale in tutto il pianeta e ci sarà un perché. È impossibile pensare una vita senza hamburger perché anche se non sei carnivoro ormai esiste anche quello vegano. Sembra sia sempre stato il padrone delle tavole e invece ha una lunga storia alle spalle.

Proprio per questo ci siamo chiesti cosa ci fosse prima del famoso panino americano..ma è davvero made in USA? Chi mai è stato il Dio creatore di questo dono divino?Qui abbiamo alcune ipotesi, un po’ come quando devi scegliere se aggiungere ketchup, maionese o guacamole. Sono appetitose tutte.

Frank e Charles Menches

Prima ipotesi che già diciamo che non nutre la fiducia del Grifo è la leggenda che trova come protagonisti due fratelli di Amburgo (no, non la città tedesca, ma quella americana) che partecipando, nel 1885, come venditori alla Erie County Fair terminarono la salsiccia ed e non sapendo come fare la sostituirono con carne di manzo macinata e così iniziarono a farcire i panini tondi.

I Marines

Verso il finire del 1800 i marinai che navigavano verso porti europei e americani, e anche in quest’ipotesi sopratutto da quello di Amburgo e New York, si suggerivano ricette e sapori. L’hamburg steak, appunto dal nome della città più volte citata, è il modo di cuocere la bistecca, uno dei piatti più richiesti dai marinai tedeschi in trasferta. Divenne un modo per far sentire gli europei a casa nel nuovo continente e questo diede origine a centinaia di chioschetti che servivano il filetto preparato nello stile tedesco

 

Demonico’s

Nel 1873, lo chef Cherles Ranhofer è stato il primo a servire la bistecca amburghese in un ristorante.

 

Luis Lassen

Alcuni sostengono che sia opera di un immigrato danese, Louis Lassen, arrivato negli USA nel 1900, con il suo vagone che apriva per pranzo a New Haven, distribuiva gli hamburger che si vantava di aver creato lui.

 

Le storie sull’invenzione dell’hamburger sono tante, forse troppe. Possiamo dire con certezza però che l’origine dell’hamburger è europea, ma il suo sviluppo e utilizzo avvenne negli Stati Uniti. Nel 1921 ha aperto ad esempio, in Kansas, White Castle, il primo fast food diffuso su larga scala: i suoi hamburger erano piccoli e quadrati e venduti a prezzi bassissimi per andare incontro al fatto che le persone non potevano permettersi un pasto costoso.

 

Oggi

Beh, oggi la situazione è diversa. Lo sappiamo. Il prezzo, quello che le persone spendono e le preferenze degli hamburger sono cambiati. Attraverso un sondaggio abbiamo chiesto a migliaia di persone sparse in giro per il mondo quale fosse il loro hamburger dei sogni. Il risultato? Un semplicissimo Cheeseburger, ma con l’aggiunta della salsa guacamole per rendere più esotico ogni morso, d’altronde l’Avocado è il nuovo trend del 2017!

 

Prezzi 

 

Uno degli hamburger più costosi puoi mangiarlo a Stoccolma, in Svezia. Costa 44€ ed è un Triplo Bacon Cheeseburger: 600gr di carne, salsa, insalata di cavolo, guacamole, cipolle rosse, cetrioli, pomodori e un contorno di patate al forno. Pensavamo fosse d’oro e invece no.

A Berlino, invece, puoi mangiare l’hamburger meno costoso. Semplice, solo con formaggio e costa solo 2€.

Scroll Up